Primo Piano

 
 Il 7 febbraio 1944, a Rocca di Cave ci fu un terribile evento: il paese fu assediato da truppe tedesche intenzionate a fucilare tutti gli abitanti maschi, a causa di una imboscata che aveva provocato la morte di alcuni soldati tedeschi. Per rappresaglia quindi – come era di agghiacciante abitudine tra i militi tedeschi – per ogni soldato loro ucciso, dovevano essere fucilati dieci italiani ma, fortunatamente, l’operazione militare fu sospesa e quindi fu scongiurato il massacro.

In evidenza

Nel rispetto degli impegni assunti dinanzi ai concittadini di Rocca di Cave in occasione dei festeggiamenti in onore di Sant'Egidio Abate, l'Associazione Pro-Loco di Rocca di Cave ha eseguito due distinti bonifici in favore dei paesi colpiti dal terremoto, per un importo complessivo di € 3.345,20 La Sindaca Avv Gabriella Federici.

I NUMERI VINCENTI!!!